voci

Licia Landi

Educazione civica digitale: così la scuola può orientare nella società medializzata
di Licia Landi

Uno degli obiettivi della scuola, è quello di promuovere lo sviluppo di competenze in materia di cittadinanza. Ecco allora come accompagnare con percorsi di educazione civica digitale i ragazzi nel loro cammino educativo e formativo,, fornendo loro strumenti culturali adeguati perché si orientino nella società medializzata

Hannah Arendt

Filosofa e studiosa di teoria della politica (Hannover 1906 – New York 1975). Allieva di E. Husserl, K. Jaspers e M. Heidegger, fu costretta a emigrare per motivi razziali dapprima in Francia, poi negli USA, dove ha insegnato nelle università di Berkeley, Princeton, Chicago (dal 1963) e alla New School for Social Research di New York (dal 1967). Con The origins of totalitarianism (1951, trad. it. 1967) la A. ha dato una delle prime e più significative analisi di un sistema politico manifestatosi, per la A., essenzialmente nella Germania nazista e nell’URSS: il totalitarismo si lega al declino dello stato nazionale e al sorgere dell’imperialismo, alla rottura del sistema classista e all’atomizzazione della società di massa; principali strumenti del totalitarismo sono l’ideologia e il terrore, che si esprimono nel partito unico.

Hannah Arendt
Giovanni Orsina

Liberaldemocrazia

Le lezioni della Scuola di Liberalismo 2020, organizzata dal Centro di Ricerca e Documentazione Luigi Einaudi, Competere, Scuola di Liberalismo e diffuse da Radio radicale